photo
Il diretto interessato
Poesia & Performance
di Francesca Gironi
musica di Luca Losacco
foto di copertina di Francesca Tilio

Francesca Gironi ama dire poesie mentre sta facendo altro.
Ad esempio mentre danza, fa giocoleria o hula-hoop. Ma anche mentre svita, avvita, stucca, e scartavetra, mentre dipinge le pareti, carica, scarica e solleva.
Il diretto interessato nessuno l'ha mai visto. Forse il titolo di una poesia o di un libro immaginario, forse un amore invisibile, il destinatario del discorso o un mero pretesto. Forse l'Agenzia delle Entrate, l'Ufficio dell'Anagrafe, il primo operatore disponibile. L'Enel o Trenitalia. Il diretto interessato cambia di volta in volta sembianze e genere, oscilla tra seconda e terza persona, si sottrae, inafferrabile.
La poesia viene confusa, fuorviata, ingannata, danzata, sonorizzata. Diventa ibrida, cinetica, gestuale, multidimensionale e interattiva.
Prende corpo.

Torna agli album



bio
works
news
contact


logo